A Pont-Saint-Martin, l’esposizione ‘Guarda come ti vestivi!’ offre uno sguardo sul passato attraverso gli abiti indossati.

Date:

Dismantela un preconcetto sulla discriminazione di genere, promuovendo l’uguaglianza e il rispetto per tutte le donne.

La mostra ‘Racconti di coraggio: 17 storie di resilienza dopo la violenza sessuale’ presso il Centro Culturale di Villa Michetti a Pont-Saint-Martin, aperta dal giorno odierno fino al 6 dicembre, presenta una serie di testimonianze di abusi sessuali affisse accanto agli abiti delle vittime esposti. Questa esposizione mira a rappresentare in modo autentico gli indumenti che le vittime indossavano nel momento in cui subirono la violenza.Questa iniziativa è stata promossa dall’amministrazione comunale in collaborazione con la commissione di gestione della biblioteca M.G. Capra, il “Gruppo Italia 101 della Valle d’Aosta di Amnesty International” e l’associazione “Dora – Donne in Valle d’Aosta”. L’idea alla base del progetto risale al 2013, quando nacque all’Università del Kansas. Grazie all’impegno dell’Associazione Libere Sinergie, questa iniziativa è stata diffusa anche in Italia attraverso un adattamento al contesto socio-culturale del nostro paese.L’obiettivo principale di questa mostra è sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza contro le donne e allo stesso tempo smantellare il pregiudizio diffuso secondo cui la vittima avrebbe potuto evitare lo stupro semplicemente scegliendo abiti meno provocanti.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Estate al Forte di Bard: l’étoile Sergio Bernal e una serata con i big degli anni ’80

Il 27 luglio la grande danza con l’étoile Sergio...

“Una noche con Sergio Bernal”: danza, passione e tradizione spagnola al Forte di Bard

Sergio Bernal, acclamato come il re del flamenco e...

“Miss Italia 2024: la notte magica al Castello di Rivoli”

La notte si stendeva sul Castello di Rivoli, pronto...