Educatore arrestato per atti sessuali simulati con minori: giudice conferma la gravità delle accuse

Date:

22 aprile 2024 – 09:59

L’educatore, con la sua mancanza di controllo sugli istinti e attraverso comportamenti fisici inappropriati, ha commesso atti sessuali simulati con minori, abusando della sua posizione di autorità e approfittando della vulnerabilità fisica e psicologica delle bambine. Il giudice Luca Milani ha confermato l’arresto del 33enne educatore, accusato di violenza sessuale aggravata dalla polizia locale di Milano su ordine della procura. Questo individuo lavorava in una scuola dell’infanzia nella zona Ticinese e aveva prestato servizio anche in un istituto scolastico a Baggio. Sebbene si presentasse come affettuoso ed empatico, il suo comportamento giocherellone e troppo invadente non è passato inosservato alle sue giovani vittime. Le bambine, di età compresa tra i 4 e i 6 anni, hanno riconosciuto la malizia nei suoi gesti affettuosi e nelle sue azioni sospette come seguirle in bagno. Esprimendo il loro disagio ai genitori, hanno messo in luce le azioni inappropriate dell’insegnante. Nell’ordinanza di convalida dell’arresto, il giudice ha evidenziato che i gesti dell’accusato non possono essere giustificati come semplici giochi infantili, bensì rivelano una persistente tendenza alla perversione sessuale. I baci sulla nuca dati a una bambina e il modo in cui tratteneva un’altra tenendola per i fianchi sono stati definiti come atti privi di spiegazione logica se non nell’ambito della soddisfazione dei suoi desideri sessuali.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Cantiere illegale a Roma: sequestrate le Residenze Lac, coinvolto assessore all’urbanistica.

19 luglio 2024 - 20:15 Nel contesto attuale di Roma,...

Ritorno alle radici: la rinascita di Luca Lauretti tra natura e artigianato

18 luglio 2024 - 14:15 Luca Lauretti è un uomo...

Controversia legale per il professor Massimo Galli: condannato per falso, ma assolto da accuse più gravi

17 luglio 2024 - 14:15 Il professor Massimo Galli, figura...