Incontro di preghiera musulmana a Torino: polemiche per toni anti-Israele e inno alla jihad.

Date:

24 maggio 2024 – 07:40

Il venerdì scorso, all’Università di Torino, si è tenuto un incontro di preghiera musulmana che ha suscitato polemiche e condanne per i toni forti contro Israele e l’inno alla jihad intonato durante il sermone. Brahim Baya, responsabile della moschea Taiba di via Chivasso a Torino, ha tenuto un sermone in arabo e italiano che ha provocato reazioni negative da parte di professori e autorità accademiche. L’episodio si è verificato nell’atrio di Palazzo Nuovo, sede occupata dagli studenti in segno di protesta contro l’invasione di Gaza.La preghiera si è svolta nel contesto dell’Intifada universitaria, una forma dura di protesta adottata dagli studenti italiani per esprimere solidarietà alla Palestina. Gli insegnanti hanno segnalato all’autorità competente i contenuti del sermone, definito come “un inno alla Jihad” caratterizzato da termini duri e provocatori nei confronti degli israeliani.La ministra dell’Università Bernini e il rettore Geuna hanno espresso la necessità che l’università rimanga un luogo laico e neutrale rispetto a questioni politiche internazionali. La situazione all’interno dell’ateneo è tesa a causa delle proteste studentesche e delle occupazioni in corso.L’incontro religioso ha destato preoccupazione tra i docenti presenti per i toni aggressivi utilizzati da Baya durante il sermone, che ha parlato di Palestina come vittima di invasori colonizzatori arroganti. L’appello alla jihad ha generato allarme tra coloro che erano presenti durante la preghiera, soprattutto considerando il contesto delicato dell’occupazione dell’università.L’episodio ha evidenziato le tensioni presenti all’interno dell’ateneo torinese e l’esigenza di mantenere un clima accademico pacifico e rispettoso delle diversità culturali e religiose. Le reazioni negative al sermone pronunciato da Brahim Baya hanno sollevato interrogativi sulla gestione degli spazi universitari e sull’influenza delle posizioni politiche esterne sul clima accademico interno.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related