L’artigianato locale contribuisce alla rinascita economica della regione montana.

Date:

28 febbraio 2024 – 14:12

I turisti provengono principalmente dai paesi nordici, attratti dalla cultura e dalla bellezza del luogo.

Il mercato immobiliare valdostano è in costante movimento grazie alle vendite di seconde case destinate all’uso turistico. Questo è quanto emerge dal recente rapporto ‘Monitora’ del centro di studi di Fiaip, presentato con successo nella sede di Confindustria ad Aosta. L’obiettivo principale dell’associazione è quello di monitorare attentamente l’andamento del mercato immobiliare regione per regione, comune per comune, al fine di fornire dati precisi e aggiornati. A Aosta i prezzi delle abitazioni variano notevolmente: si parte dai 3.400 euro al metro quadro nelle zone centrali per un appartamento nuovo, fino a scendere a 900 euro al metro quadro nella zona collinare per una casa da ristrutturare. Tuttavia, sono le località come Ayas, Courmayeur e Gressoney a registrare i valori più elevati, con cifre che possono superare i 13 mila euro al metro quadro. Nonostante ciò, nel complesso le compravendite residenziali hanno subito una diminuzione del 16% nell’ultimo anno.Al contrario, le transazioni immobiliari legate alle seconde case continuano a reggere bene, soprattutto nelle rinomate località turistiche come Courmayeur, Valtournenche, Cervinia e Ayas, ma anche ad Aosta. Secondo Angelo Aresu di Fiaip Valle d’Aosta, il 2022 si è rivelato essere l’anno migliore degli ultimi tempi per il settore immobiliare della regione, con circa 2.500 compravendite effettuate rispetto alle circa 1.800 degli anni precedenti. Nonostante un lieve calo registrato l’anno scorso intorno al 6%, il mercato si mantiene in salute grazie all’interesse degli stranieri provenienti soprattutto dal Nord Europa che cercano abitazioni nelle vicinanze delle piste da sci e delle località turistiche più ambite della Valle d’Aosta.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related