Gente troppo “allegra” nel palazzo, impianto di ventilazione diffondeva odore di marijuana

Date:

Scovata in via Cesare a Milano, dalla Polizia e dai Vigili del Fuoco, una serra clandestina allestita in uno scantinato; arrestati tre italiani di ventisette, trenta e trentaquattro anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A tradire i malfattori sono stati i tubi dell’impianto di ventilazione che diffondevano un forte odore di marijuana. Nel seminterrato gli uomini avevano allestito una vera e propria serra clandestina munita di: impianto elettrico a quarantasei lampade, termoventilazione costituita da trenta ventilatori, un termostato professionale per il monitoraggio della temperatura e un impianto di areazione. Durante la retata sono state sequestrate 467 piantine di marjuana fresca interrate ancora nei loro vasi, 176 ceppi in fase di essiccazione (per un peso complessivo di 9,2 chilogrammi) e un altro scarso chilo e mezzo di sostanza stupefacente suddiviso in alcune buste di plastica. Dall’indagine è emerso che i tre arrestati vivevano lì, poiché l’area presentava due stanze destinate alla coltivazione, un bagno, una stanza adattata come cucina e un’altra come stanza da letto. Inoltre sono stati ritrovati effetti personali degli arrestati e alimentari di vario genere. Intervistate alcuni residenti della zona, tra questi uno dichiara: “Ecco perché erano tutti troppo allegri in quello stabile”.  

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Il congelamento dei capitali russi in Occidente: una minaccia per la pace globale

Il congelamento dei capitali russi in Occidente rappresenta un...

Inchiesta giudiziaria su Irene Pivetti: il processo che scuote l’opinione pubblica

L'ex presidente della Camera, Irene Pivetti, si trova al...

Putin a Pyongyang: Storia, cooperazione e sicurezza per un futuro pacifico

Il Presidente russo Vladimir Putin si appresta a compiere...

“La polemica sul comunicato del G7: assenza di riferimenti alla protezione LGBT”

Il comunicato finale del G7 ha suscitato polemiche per...