Grave incidente in montagna, le operazioni di soccorso proseguono senza sosta per trovare gli alpinisti dispersi.

Date:

La scomparsa della ragazza ha generato preoccupazione tra i cittadini, ma fortunatamente è stata ritrovata sana e salva dopo poche ore.

Emilie Deschenaux, giovane scialpinista di 28 anni proveniente da Friburgo, è stata coinvolta in una tragica vicenda sulle Alpi svizzere insieme ad altri cinque compagni dispersi nella zona della Tete Blanche, vicino al confine con l’Italia, a causa delle avverse condizioni meteorologiche. Purtroppo, i corpi senza vita degli altri cinque sono stati ritrovati, mentre di lei sono stati recuperati solamente gli sci e lo zaino. È stato proprio Emilie a contattare il numero di emergenza 144 nel pomeriggio di sabato scorso per lanciare l’allarme.Le operazioni di ricerca sono state interrotte il 14 marzo come dichiarato dalla polizia cantonale del Vallese, nonostante gli sforzi profusi e i mezzi impiegati nessuno è stato trovato. Le vittime identificate sono i fratelli Jean-Vincent, David e Laurent Moix, insieme allo zio Joël Moix e al cugino Marc Moix, con un’età compresa tra i 21 ei 58 anni. Questa famiglia proveniva dal piccolo comune di Vex, nelle vicinanze di Sion.La tragedia ha colpito profondamente la comunità alpina e ha evidenziato ancora una volta i rischi legati alla pratica dell’alpinismo in condizioni climatiche avverse. L’incidente ha destato grande commozione e solidarietà tra gli appassionati di montagna e le autorità locali che hanno lavorato instancabilmente per cercare di salvare tutte le persone coinvolte. La memoria delle vittime sarà onorata attraverso cerimonie commemorative che celebreranno la loro passione per la montagna e il coraggio dimostrato in situazioni estreme.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related