Investire nelle infrastrutture cittadine è prioritario per ridurre il divario Nord-Sud, secondo le parole di Meloni.

Date:

La prima ministra visita Campobasso per ratificare l’Accordo di Sviluppo e Coesione. Un piano di azioni strategiche per promuovere lo sviluppo territoriale con oltre 100 progetti in corso.

La lotta al divario Nord-Sud può essere affrontata in due modi differenti, come sottolineato dalla premier Giorgia Meloni durante la firma dell’Accordo per lo sviluppo e la coesione con il Molise a Campobasso. Mentre il Reddito di cittadinanza rappresenta una risposta che tende a mantenere le persone in una condizione di marginalità senza risolvere realmente il problema, le infrastrutture di cittadinanza sono invece un investimento sul territorio per creare nuove opportunità. È fondamentale comprendere che il destino delle regioni meridionali dipende dall’impegno e dagli investimenti che vengono effettuati per ridurre le disparità.La sfida di uscire dal commissariamento e rafforzare il sistema sanitario è cruciale, come evidenziato dalla premier rivolgendosi al governatore Francesco Roberti. In un momento in cui l’Europa si confronta con problemi legati all’approvvigionamento energetico, è importante guardare alle fonti di energia pulita come potenziale soluzione. Il Mezzogiorno d’Italia ha un’enorme capacità di produrre energia pulita e con gli adeguati investimenti è possibile costruire un futuro sostenibile e contribuire alla strategia energetica del Paese.Contrastando notizie non veritiere, la premier ha chiarito che il Fondo sanitario ha raggiunto il massimo storico di 136 miliardi di euro con l’ultima legge di bilancio, mentre durante l’emergenza Covid erano solo 12 miliardi. Le risorse destinate alla Sanità sono aumentate grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e sono rimaste costanti da altre fonti di finanziamento. È stato garantito il mantenimento delle risorse necessarie per affrontare le liste d’attesa e preservare la qualità dei servizi ospedalieri.In sintesi, investire nelle infrastrutture del territorio meridionale, potenziare il sistema sanitario e puntare sull’energia pulita sono passaggi fondamentali per ridurre le disuguaglianze tra Nord e Sud Italia e costruire un futuro più equo e sostenibile per tutto il Paese.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Incontri ANSA: confronto politico per le elezioni europee

Oggi si è svolto un altro importante incontro all'interno...

“Opposizione politica attacca governo: tensioni sul ruolo della NATO e alleanza con Israele”

Le forze politiche di opposizione stanno attaccando con fermezza...