Madre coraggiosa: il perdono come via di guarigione e speranza

Date:

Virginia Campanile, conosciuta come Ginetta, ha vissuto il dolore più profondo che una madre possa sperimentare: la perdita del figlio Daniele in un incidente stradale. Tuttavia, anzicheeacute; lasciarsi consumare dalla rabbia e dal dolore insopportabile, ha scelto di perdonare la giovane responsabile dell’incidente, una decisione che le ha permesso di trovare una via d’uscita dalla follia che minacciava di sopraffarla. Pur essendo una donna di fede, Ginetta ha compreso che il perdono va oltre la pratica religiosa e rappresenta un atto necessario per guarire le ferite dell’anima.Da quel tragico evento, è nata la missione di Ginetta: supportare altre madri che hanno perso un figlio, offrendo loro sostegno e condivisione nel dolore. Attraverso l’associazione “Figli in Paradiso, ali fra cielo e terra”, opera in varie regioni italiane facilitando gruppi di supporto per genitori in lutto. Si definisce “una guaritrice ferita”, poicheeacute; nonostante il suo profondo dolore riesce a offrire conforto e solidarietà a coloro che affrontano lo stesso dramma.La sua esperienza personale l’ha portata a trasformare il dolore in un gesto d’amore: da una pietra grezza ha creato un gioiello luminoso dedicato al figlio Daniele. Inoltre, ha intrapreso il difficile cammino del perdono nei confronti della ragazza coinvolta nell’incidente, riconoscendo che il vero perdono richiede tempo e molte lacrime versate.Attraverso la sua testimonianza e la sua azione altruista, Ginetta dimostra che anche davanti alla tragedia più grande è possibile rinascere e trasformare il proprio dolore in uno strumento di aiuto per gli altri. Il suo impegno verso chi soffre le ha donato libertà interiore ed è diventato un faro di speranza per quanti si trovano nella stessa situazione.Oltre ad assistere genitori in lutto, l’associazione gestisce progetti educativi anche all’estero, come una scuola nella Repubblica del Congo. I premi e i riconoscimenti ricevuti sono solo la conferma tangibile dell’immenso valore della sua opera umanitaria. Con amore e compassione verso chi vive il dramma della perdita, Ginetta invita tutti a custodire l’amore per i propri cari come un tesoro prezioso da coltivare ogni giorno.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

“Figlia arrestata per omicidio della madre anziana abbandonata in precarie condizioni”

L'anziana madre, abbandonata per andare in vacanza da sua...

“Decisione del TAR di Trento: sospeso l’abbattimento dell’orsa Kj1”

Il Tribunale Amministrativo Regionale di Trento ha emesso una...