“Riaprite ai cittadini l’area ecologica per la raccolta dei rifiuti di Hône”, lo chiedono i consiglieri comunali di Donnas

Date:

I consiglieri comunali di Donnas Annalisa Fantolin, Fabio Marra, Lea Costabloz e Paola Dalle, sull’esempio di altre unités des Communes chiedono la riapertura dei centri di conferimento rifiuti di Hône

In un comunicato stampa si chiede di “riaprire ai cittadini l’area ecologica di Hône, con l’estensione degli orari e gli ingressi scaglionati
“Le settimane impegnative che ci lasciamo alle spalle – scrivono i firmatati -hanno costretto gran parte di noi a rimanere nelle nostre abitazioni e a limitare gli spostamenti. Il periodo di emergenza Covid-19 si protrarrà ancora per diverso tempo e molti cittadini hanno accumulato una serie di rifiuti ingombranti, senza sapere dove e come collocarli. Raccogliendo quindi le richieste di tanti cittadini chiediamo l’apertura e l’estensione degli orari dell’Isola ecologica di Hône, oggi ancora chiusa per le utenze domestiche, contingentando e regolando l’accesso dei cittadini residenti, così da consentire ingressi giornalieri ridotti ad esempio, riservando una giornata ad ogni Comune e/o previa prenotazione, al fine di garantire il massimo livello di sicurezza”. E aggiungono: “Tutti i cittadini contribuiscono in maniera cospicua al pagamento della Tari, siamo quindi certi che l’Unité Mont Rose sia sensibile verso questa problematica particolarmente importante nel difficile momento che stiamo vivendo. Non essendoci alcun impedimento nominativo, confidiamo in un suo sollecito intervento”.

In altre realtà della nostra regione la riapertura dei centri di smistamento è già stata programmata. E commentano:”Da una ricognizione effettuata le altre Unités hanno deciso di riaprire lunedì 27 con differenti modalità. In Grand-Paradis e Valdigne-Mont-Blanc con normali orari e per tutti i flussi, le uniche variazioni saranno relative alla necessità di accedere con mascherine e guanti, nonché di limitare/impedire gli accessi contemporanei per garantire le distanze. In Mont-Emilius è stato deciso di ripartire per una settimana con il solo rifiuto verde e un calendario diverso dal normale, privilegiando i 7 centri principali: in base all’andamento dei flussi si valuterà se proseguire ancora in questo modo o tornare alla normale gestione. In Grand-Combin non sono presenti centri di conferimento. Evancon e Mont Cervin riaprono il 27 con l’accesso consentivo ad un utente per volta dotato di mascherina e guanti monouso”



- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Tragedia a Muscat: comunità unita nella solidarietà e nella ricerca di giustizia

Nella tranquilla capitale dell'Oman, Muscat, si è verificata una...

“Limitazioni ai giornalisti russi a New York sollevano dubbi sulla trasparenza”

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è giunto...

Ottimismo a Tokyo dopo la festività nazionale e i commenti di Powell

La Borsa di Tokyo ha iniziato la prima seduta...