Risvegliamo il nostro spirito e danziamo insieme alla luce della Luna, abbracciando la magia della notte stellata.

Date:

Il concerto previsto per il 15 aprile con artisti internazionali è stato annullato a causa delle restrizioni legate alla pandemia.

Il ritorno dei La Crus sul palco rappresenta un’immersione totale nella poetica musicale, un mix tra canzone d’autore e una nuova visione di band, che segna una tappa significativa nel loro percorso con le canzoni del recente album ‘Proteggimi da ciò che voglio’, previsto per il 22 marzo. Questo lavoro discografico, firmato da Mauro Ermanno Giovanardi, Alex Cremonesi e Cesare Malfatti, apre le porte a una nuova fase per il gruppo che ha lasciato un’impronta importante sulla scena musicale italiana dagli anni Novanta in poi.L’album, prodotto da Matteo Cantaluppi insieme ai La Crus stessi, è composto da 10 brani ispirati all’opera dell’artista statunitense Jenny Holzer intitolata ‘Protect me from what I want’. Giovanardi ha sottolineato come i pilastri fondamentali di questo lavoro siano il suono e l’anima del gruppo, le esperienze accumulatesi durante gli ultimi 15 anni di progetti solisti e l’intervento di Cantaluppi che ha contribuito a definire i nuovi suoni. Senza uno di questi elementi, il disco non avrebbe potuto prendere forma.Le collaborazioni presenti nell’album aggiungono ulteriore profondità: dal filosofo sloveno Slavoj Žižek e Vasco Brondi in ‘Rivoluzione’, a Carmen Consoli in ‘Io confesso’ e Colapesce e Dimartino nella nuova versione di ‘Come ogni volta’. Malfatti ha spiegato che i La Crus attuali sono caratterizzati da due anime diverse: lui e Alex con influenze più esterne e Joe con una vena più popolare. Cantaluppi è stato abile nel mantenere la sperimentazione pur rendendo le canzoni fruibili.Il primo singolo estratto dall’album è ‘Mangia dormi lavora ripeti’, un brano che riflette sulla routine quotidiana che spesso limita lo spazio per ciò che non è lavoro. Il sound contemporaneo del gruppo si nutre delle radici degli anni Novanta, epoca in cui la poesia, l’innovazione e la fusione di suoni e parole cercavano qualcosa di diverso rispetto al passato.Il nuovo album sarà accompagnato da numerosi concerti live; oltre alle prime date confermate a Lugano e Milano, altre tappe saranno annunciate presto.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

La rivoluzione della House Music: un genere senza tempo e una cultura inclusiva

La House Music è stata una rivoluzione nel mondo...

Loretta Goggi lascia Tale e Quale Show per dedicarsi al pronipote

Loretta Goggi ha deciso di lasciare Tale e Quale...

Massimo Giletti: riflessioni sul passato e progetti futuri durante il Festival della Tv a Dogliani

Durante la sua partecipazione al Festival della Tv a...

“Allevi incanta Ascoli Piceno: concerto emozionante nella sua città”

La magica atmosfera di una serata estiva e l'energia...