Scontri intensi nell’Ucraina orientale: forze armate ucraine resistono all’invasione russa

Date:

Nelle ultime 24 ore, si sono verificati intensi scontri nell’Ucraina orientale, in particolare nei pressi delle cittadine di Kupiansk e Pokrovsk. Le forze armate ucraine hanno documentato ben 95 scontri armati durante questo periodo critico. Attraverso un comunicato diffuso su Facebook, lo Stato Maggiore ha evidenziato la grave situazione dell’invasione russa e l’aggressività dell’avversario. L’aggressore russo sta cercando di approfittare della sua superiorità in termini di personale, equipaggiamento e supporto aereo per destabilizzare ulteriormente la regione.Nonostante ciò, i valorosi soldati ucraini stanno reagendo con coraggio e determinazione. In diverse aree del fronte, stanno conducendo operazioni d’assalto mirate per rafforzare le difese e ripristinare le posizioni strategiche perse. I russi hanno dimostrato la loro aggressività lanciando quattro attacchi missilistici sul territorio ucraino, impiegando ben 14 missili letali. Inoltre, hanno condotto 46 attacchi aerei utilizzando una flotta di 69 aerei da combattimento altamente sofisticati.Ma non è finita qui: il nemico ha anche fatto ricorso a 311 droni kamikaze per colpire obiettivi cruciali sul campo di battaglia. Questa escalation delle ostilità mette in evidenza la gravità della situazione e la determinazione delle forze armate ucraine nel difendere la propria patria da un nemico spietato e aggressivo. La comunità internazionale deve agire con urgenza per fermare questa violenza e garantire la sicurezza e l’integrità del popolo ucraino in queste ore buie.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Vertici UE: tensioni e divergenze durante summit europeo

Durante l'incontro dei capi di stato è emersa una...

Il 2024: anno significativo per la NATO con aumento della spesa militare tra gli alleati europei.

Il 2024 si prospetta come un anno significativo per...

Manifestazione unitaria per difendere la Costituzione e l’unità nazionale

La situazione attuale ci offre una motivazione in più...