Ultra 80enne e la fidanzata partono per il mare; lei ubriaca rompe il dito a un poliziotto. 5 incredibili storie

Date:

Di questi tempi se ne sentono davvero di tutti i colori, le Forze dell’Ordine sono impegnate a contenere una flotta d’incuranti imbecilli che, indifferenti al terribile momento che stiamo vivendo, non solo mettono in repentaglio la sicurezza, ma rendono vani i sacrifici di tante persone. E se la mamma dei cretini è sempre in cinta, da Nord a Sud le incredibili storie si rincorrono senza sosta. 

80enne al mare in compagnia della sua fidanzata

Savona. Un milanese di oltre 80 anni e la sua fidanzata, incuranti dei divieti, partono da Milano in direzione Liguria. La coppia aveva deciso di passare una giornata al mare. Fermati dalla polizia locale di Borgio Verezzi (Savona), i due sono stati severamente multati. Senza parole il sindaco della località balneare, Renato Dacquino, che ha detto: “Incoscienti! Dalla loro superficialità e stupido egoismo nasce il rischio di contagi, possibile non rendersene conto? Il buon esempio è importante, le persone adulte sono doppiamente responsabili”.

Donna spezza un dito ad un poliziotto

Milano. Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno fermato una donna per un controllo in via Padova angolo via D’Aviano. La donna, priva di mascherina ed intenta a bere una birra, incurante delle misure di restrizione per il contenimento del virus, ha subito reagito alla vista dei poliziotti inveendo e scagliando contro di loro due bottiglie raccolte da terra per poi iniziare a sferrare calci e pugni. I poliziotti, con non poca fatica, sono riusciti a fermarla. Un agente ha riportato la frattura della falange del pollice della mano sinistra con una prognosi di 14 giorni mentre l’altro poliziotto ha un trauma all’occhio guaribile in quattro giorni. La donna, cittadina italiana di 42 anni, sanzionata per l’inosservanza al decreto Covid-19, è stata arrestata per resistenza, oltraggio e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Sorpresi mentre smontavano e rubavano gli infissi di una scuola

Agrigento. Un licatese 26enne ed un marocchino 42enne sono stati arrestati mentre smontavano gli infissi di un Liceo Psicopedagogico chiuso a causa del coronavirus. I due uomini avevano già accatastato un gran numero di finestre nel giardino esterno della scuola con lo scopo di portar via la refurtiva tutta in un colpo. I militari non hanno avuto esitazioni e sono intervenuti per interrompere la devastazione e per bloccare a terra i due ladri, che sono stati subito ammanettati. I ladri, secondo le disposizioni dell’Autorità Giudiziaria, sono stati poi portati nelle proprie abitazioni, dove rimarranno agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Tre ragazzi e una ragazza si riunivano per fumare spinelli, arrestati gli spacciatori

Isernia. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Melfi hanno arrestato in flagranza di reato due residenti, un 37enne e la convivente 27enne, responsabili di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti, e segnalato, quali assuntori, quattro giovani del luogo. La coppia sorpresa in possesso di 21 grammi circa di hashish già suddiviso in 14 dosi pronte per la cessione. Durante le operazioni, inoltre, sono stati raccolti elementi investigativi che hanno consentito l’identificazione del ragazzo 22enne, il quale, da poco, aveva acquistato lo stupefacente dalla coppia, pertanto, è stata immediatamente effettuata una perquisizione presso il domicilio dello stesso.

Centauro forza posto di blocco e investe un carabiniere 

Agnone. Nell’ambito dei controlli sul rispetto delle misure di contenimento del contagio da “Covid-19”, i Carabinieri della Compagnia di Agnone hanno notato una moto di grossa cilindrata ed intimato l’Alt al conducente per eseguire le dovute verifiche di controllo. Il giovane centauro, però, invece di fermarsi, ha accelerato improvvisamente per eludere il controllo e nella fuga ha investito con una ruota il piede di un Carabiniere. È scattato così un inseguimento per le vie cittadine che, però, è durato poco. I militari, infatti, nonostante la folle corsa del motociclista, sono prontamente riusciti a raggiungerlo e bloccarlo. Portato in Caserma per le ulteriori verifiche del caso, il giovane ha rifiutato di sottoporsi al test per l’accertamento dello stato di ebbrezza. Il Carabiniere coinvolto ha riportato un lieve infortunio mentre per il giovane molisano sono scattate le manette per resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni, oltre che le sanzioni amministrative per le violazioni delle norme riguardanti l’attuale emergenza sanitaria.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

“Donald Trump Jr esprime ammirazione per il padre: uniti nella lotta per difendere gli ideali americani”

Dopo una lunga e profonda conversazione telefonica con suo...

“Presidente Biden: condanna della violenza politica e dialogo con Trump per la pace”

In un momento di grande tensione politica, il Presidente...

Attentato a Trump: solidarietà e speranza per un clima politico di dialogo e responsabilità

La notizia dell'attentato al 45º Presidente degli Stati Uniti,...

La determinazione indomita di Donald Trump: un simbolo di resilienza e fermezza

Donald Trump, noto per la sua retorica combattiva e...