Vittoria inattesa al traguardo, sorrisi e abbracci tra i corridori: emozioni intense sul percorso di gara.

Date:

El pianto di Elisa Balsamo, tradita all’ultimo momento dalla campionessa del mondo Lotte Kopecky nella competizione femminile, rappresenta l’emblema odierno della regina delle classiche, ovvero la Parigi-Roubaix, che si conclude nel velodromo Andreeacute;-Peeacute;trieux della città francese al confine con il Belgio. La giovane piemontese di 26 anni, medaglia d’oro ai Mondiali del 2021 e campionessa anche su pista (vincitrice del titolo iridato nell’inseguimento a squadre), sembrava avercela fatta, ma è stata beffata da colei che indossa ora la maglia arcobaleno, appunto Kopecky. Le lacrime dopo il traguardo sono state la conseguenza di questa delusione dalla quale si era già ripresa al momento di salire sul podio, sorridendo alla rivale che l’aveva sconfitta poco prima.Balsamo è stata abile nel rientrare sul quartetto di testa nonostante un problema alla sua bicicletta e grazie anche al grande lavoro della britannica Pfeiffer Georgi (che alla fine ha conquistato il terzo posto). Sperava di vincere allo sprint anche grazie alla presenza nel gruppo di testa della sua compagna di squadra nella Lidl Trek, Eleonora Van Dijk. Quest’ultima ha lavorato duramente per Elisa, ma alla fine è stata Kopecky a trovare lo spunto vincente. È così che la belga ha scritto il proprio nome nella storia di questa classica riservata alle donne solo dal 2021 e che l’Italia ha conquistato con Elisa Longo Borghini (assente in questa edizione) nel 2022.Sono stati percorsi oggi 148,5 chilometri con 17 tratti di paveeacute; (per un totale di 29,2 km) e le condizioni meteorologiche erano buone, previste anche per domenica secondo le previsioni.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

“Alvaro Morata: il talentuoso attaccante spagnolo pronto a vestire la maglia del Milan”

Alvaro Morata, talentuoso attaccante spagnolo, si trova sull'orlo di...

“Argentina trionfa nella Coppa America: festa nazionale per la vittoria storica”

L'Argentina celebra con gioia e orgoglio la vittoria sofferta...

“Thomas Müller dice addio alla Nazionale: fine di un’epoca per il calcio tedesco”

Thomas Müller, il talentuoso giocatore di calcio che ha...

“La determinazione e la costanza: le chiavi del mio successo al Tour de France”

Credo fermamente che il successo sia sempre alla portata....