In Sardegna, un ristorante rinomato offre piatti tipici della tradizione locale con ingredienti freschi e di alta qualità.

Date:

Infermiera coraggiosa assume ruolo vacante, dimostrando professionalità nonostante critiche.

Il centro medico rimarrà chiuso dal 2 al 7 aprile 2024 a causa delle dimissioni del medico sostituto, dovute ai continui comportamenti maleducati e aggressivi subiti fin dal primo giorno di lavoro. Il cartello è comparso nello studio medico in Piazza Venezia a Cortoghiana, frazione di Carbonia nel Sulcis, dopo l’ennesima serie di aggressioni verbali rivolte agli operatori sanitari.La dottoressa Michela Atzori, 49 anni e titolare dello studio da due anni con una clientela di circa 1500 pazienti provenienti da varie località del Sulcis, ha deciso di affiggere l’avviso dopo aver subito un’aggressione fisica che l’ha costretta a chiudere temporaneamente lo studio fino alla nomina di un nuovo sostituto, avvenuta solo dopo dieci giorni. Nel frattempo, la collega ha resistito alle continue aggressioni verbali tra il 19 e il 29 marzo.Questa nuova chiusura dell’ambulatorio e la comparsa del cartello hanno suscitato un acceso dibattito nella città e sui social media. Nonostante il supporto ricevuto dal Comune di Carbonia, dall’Azienda Sanitaria Locale e dai carabinieri che hanno raccolto le sue denunce, la dottoressa teme che tali episodi possano ripetersi una volta tornata al lavoro il lunedì successivo.L’amministrazione comunale e l’Azienda sanitaria esprimono solidarietà alla dottoressa condannando fermamente gli atti di violenza verbale e fisica subiti dagli operatori sanitari. Stanno organizzando un’assemblea pubblica per ripristinare la serenità nella piccola comunità della frazione.”Non è giusto che i medici siano costretti a lasciare”, dichiara la dottoressa Michela Atzori. Nonostante ciò, desidererebbe continuare a lavorare nello studio medico nonostante i momenti difficili che l’hanno portata a considerare l’idea di abbandonare tutto.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Il sindaco di Valdobbiadene: un esempio di determinazione e sostegno comunitario

Luciano Fregonese, sindaco di Valdobbiadene, è un uomo che...

“Toti ai domiciliari: incontri con Salvini autorizzati dalla procura di Genova”

La procura di Genova ha accolto favorevolmente la richiesta...