Inizia l’anno con il Festival di Sanremo, ma ci attendono ancora tante emozionanti avventure.

Date:

17 gennaio 2024 – 22:45

Nulla avviene per caso. Questo potrebbe essere il motto da adottare per Alfa, un giovane cantautore genovese nato nel 2000, di nome Andrea De Filippi, scelto da Amadeus tra i 30 grandi in gara all’Ariston. Un anno trascorso sull’ottovolante per lui che, un anno fa, guardava – abbastanza deluso – il festival dal divano dopo che una brutta influenza lo aveva costretto a rinunciare alle battute finali per partecipare a Sanremo Giovani. In un solo anno tutto è cambiato: due dischi di platino (Cin Cin, Bellissimissima), “Sicuramente tutto questo è un disegno del destino”, ammette il ventitreenne genovese che ha ereditato la capacità di scrivere immagini dalla scuola dei cantautori della sua città. Il brano in gara nasce proprio dalla voglia di non fermarsi. Dopo una pausa un po’ traumatica per lui – c’è stato anche il blocco del tour a causa della pandemia – abbiamo deciso con il mio team di non fermarci. Da lì è partito tutto, con Bellissimissima che ha travolto e tanti concerti. Penso che Sanremo sia il premio per non arrendersi”. E il 2024 sarà un anno ricco, con il festival che segna solo l’inizio. Il 16 febbraio uscirà il suo nuovo album intitolato “Non so chi ha creato il mondo ma so che era innamorato”, prodotto da Artist First (“un viaggio nella musica folk e country, un disco sull’amore che ho osservato e studiato attraverso le letture di Crepet, Fromm, Saffo, Platone”) e dal 24 febbraio partirà il tour nei palazzetti, a partire dal Forum di Assago. “Ma sono con i piedi per terra. La mia fortuna è che ho iniziato a scrivere canzoni a 17 anni. Ho sempre trattato questa passione come un lavoro e quando è diventata una vera professione, avevo già una mia visione futura. Questo percorso che mi ha portato a Sanremo, ai palazzetti, all’album non è stato un successo improvviso. Ho fatto esperienza sul campo, sono caduto, mi sono fatto male, ma eccomi qui”. Ogni tanto – dice ancora – “vorrei fermarmi, non perché sono stufo, ma perché vorrei ammirare il panorama”. Giovane sì, ma con idee chiare. “So che non farò questo per tutta la vita: vorrei dedicarmi alle colonne sonore dei film d’animazione”. Nel frattempo deve molto a Bellissimissima, il brano che ha spopolato negli ultimi mesi. “Le sono grato anche se è diventata quasi un tormentone. Quando una canzone diventa più famosa di te significa che hai fatto un gran lavoro. Non avrei mai previsto un successo del genere”. Ecco le date del tour: 24 febbraio Milano, 5 aprile Padova, 6 aprile Torino, 16 aprile Napoli, 19 aprile Bari e 21 aprile Firenze. “Sanremo mi fa più paura del Forum”, confessa Alfa, che come portafortuna tiene un plettro dei Lumineers nella cover del telefono. “E sarei ancora più spaventato se fossi il primo artista ad esibirsi. Ma sono molto concentrato e molto spaventato. Sono preoccupato di come il mio corpo reagirà all’adrenalina che l’Ariston può darti. A parte la competizione, spero di divertirmi e imparare qualcosa. So che ci sarà un prima e un dopo”.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Cartoons On The Bay: celebrazione dell’arte dell’animazione

24 maggio 2024 - 21:12 La 28ª edizione di Cartoons...

“Paolo Villaggio: l’uomo dietro all’icona, il film tv che svela il suo lato privato”

17 maggio 2024 - 20:13 Paolo Villaggio è stato un'icona...