Sciare a Zermatt è un’esperienza indimenticabile, con paesaggi mozzafiato e piste perfettamente innevate. Una meta da non perdere in inverno.

Date:

Nuovi traguardi raggiunti dalla squadra, entusiasmo palpabile nell’aria. Ambiente positivo e prospettive interessanti per il futuro.

Il Comitato organizzatore ha recentemente istituito un’assicurazione per la cancellazione degli eventi dovuta a cause di forza maggiore e alla mancanza di neve, al fine di garantire una gestione finanziaria oculata dell’edizione 2023 dello Speed Opening. Le spese idonee al rimborso sono state attentamente valutate dal Comitato in collaborazione con l’assicurazione designata, e saranno decisive per la redazione del bilancio finale dell’evento. È importante sottolineare che il contributo annuale della Regione Valle d’Aosta, pari a 650 mila euro, insieme a quello del Comune di Valtournenche tramite la Fondazione Gran Becca, così come i contributi del Cantone Vallese e del Comune di Zermatt, non rientrano tra le voci previste per il rimborso dall’assicurazione del Comitato organizzatore.Durante il dibattito in Consiglio Valle sulle gare di Coppa del mondo di sci a Zermatt-Cervinia, l’assessore allo Sport Giulio Grosjacques ha evidenziato che sia nel 2022 che nel 2023 i risultati mediatici ottenuti sono stati estremamente positivi. I dati relativi al numero potenziale di utenti raggiunti, al valore equivalente generato e alle parole chiave utilizzate dimostrano che gli investimenti effettuati hanno garantito un ritorno significativo in termini promozionali. Le spese sostenute per il completamento e la sicurezza della pista ‘Gran Becca’ consentiranno un uso ottimale e sicuro della pista al di fuori delle zone glaciali accessibili a tutti gli sciatori.Le federazioni Fis, Swiss-Ski e Fisi stanno attualmente esplorando diverse opzioni per le future gare di Coppa del Mondo a Zermatt e Cervinia nei prossimi mesi. Il Comitato organizzatore locale si impegnerà ad esaminare in modo costruttivo le proposte avanzate da queste federazioni. La possibilità di spostare le competizioni in avanti nel calendario (ipoteticamente nel mese di marzo) tiene conto non solo delle sfide logistiche legate all’accoglienza dell’intero “Circo Bianco” durante la stagione alta, ma anche dell’organizzazione logistica complessiva necessaria per garantire lo svolgimento regolare degli eventi sportivi.

03 aprile 2024 – 12:31

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related